TOP MANAGER REPUTATION OTTOBRE 2019: CAIRO, STARACE E DEL FANTE SUL PODIO. IN TOP 15 ARRIVA RENZO ROSSO

Top Manager - OTTOBRE 2019

Chi tra i top manager delle principali aziende italiane ha la migliore reputazione online? Secondo l’Osservatorio permanente di Reputation Science che ogni mese analizza l’andamento della Web Reputation dei manager, a ottobre si conferma al primo posto Urbano Cairo, seguito da Fracesco Starace e Matteo Del Fante.

La top 15

Questo mese ci sono anche due nuovi ingressi tra i primi quindici protagonisti della classifica Top Manager Reputation. Renzo Rosso, fondatore e Ad di Diesel, entra al decimo posto con 56,50, tra i più attivi sui social in classifica, ben posizionato sul web, in particolare nell’ultimo periodo grazie all’acquisizione del 51% del brand di occhiali da sole Retrosuperfuture tramite la holding Red Circle. Sale di due Pietro Salini e guadagna il quattordicesimo posto con 54,51, grazie a progetti importanti come la ricostruzione del Ponte di Genova, il Progetto Italia con Cdp e l’inaugurazione della nuova metropolitana di Copenaghen.

Si conferma primo Urbano Cairo con 76,70 punti, che ha lanciato il Premio Cairo 2019 per gli artisti. Inossidabile al secondo posto Francesco Starace, premiato con un incremento di 2,09 punti, grazie alla sua adesione al Gisd, l’alleanza degli investitori globali per lo sviluppo sostenibile e alla partecipazione al Climate Action Summit di New York. Per la prima volta al terzo posto arriva l’ad di Poste Italiane Matteo Del Fante (62,89), che sale di tre posizioni e 4,95 punti. L’Ad di Poste ha ottenuto un finanziamento di 400 milioni dalla Bei per accelerare sul piano strategico Deliver 2022. Quarto posto per Claudio Descalzi (62,15), che ha consegnato gli “Eni Awards”, arrivati alla dodicesima edizione, durante la consueta cerimonia di premiazione presso il Quirinale alla presenza del Presidente Mattarella, e ha promosso il Progetto Africa per la cooperazione e lo sviluppo sostenibile. Sale al quinto, di due posizioni e 4,16 punti, Carlo Messina (61,34). L’Ad di Intesa Sanpaolo ha lanciato un piano di 30 miliardi di investimenti per il Sud e ha spinto sull’innovazione investendo 7 milioni nel fintech di Matipay, sistema di pagamento che consente di acquistare in contanti servizi e prodotti online.

Sesto posto per Brunello Cucinelli (60,64), seguito al settimo da John Elkann (60,33). Salgono di una posizione, rispettivamente all’ottavo e al nono posto, Marco Alverà (58,63) e Remo Ruffini (57,64). Scende di tre all’undicesimo Alberto Bombassei (55,43), mentre guadagnano due posizioni sia Luigi Ferraris di Terna (55,35) che Valerio Camerano di A2A (54,67). Chiude la top 15 Diego Della Valle (54,26).

Chi sale

In Top 100 (www.topmanagers.it) crescite rilevanti di: Giuseppe Bono (24°), che ha consegnato la quarta nave da crociera realizzata per l’armatore Princess Cruises di Carnival Corporation, primo gruppo crocieristico al mondo; sale di sei Marco Tronchetti Provera (28°) che ha lanciato a nome della sua Fondazione un appello a investire sull’intelligenza artificiale in Sanità, “una potenza di fuoco”; dodici posizioni in più per l’Ad di Banco Bpm, Giuseppe Castagna (52°), che spinge la fusione con Ubi e fa salire il titolo in borsa.