TOP MANAGER REPUTATION NOVEMBRE 2019: CAIRO, STARACE ED ELKANN SUL PODIO. CRESCONO BENETTON E PRADA

Top Manager - NOVEMBRE 2019

A novembre ci sono due nuovi ingressi tra i primi quindici protagonisti della classifica Top Manager Reputation, l’Osservatorio permanente di Reputation Science sulla reputazione online dei vertici delle aziende attive in Italia.

La Top 15

Alessandro Benetton, guadagna sette posizioni e sale all’undicesimo posto con 55,84 (+2,64), grazie al “Premio Internazionale Sport Civiltà” e alla popolarità del video in cui dà consigli ai giovani sull’Università. Subito dopo al dodicesimo, in crescita di quattro posizioni, troviamo Miuccia Prada (55,44) che ha acquisito la Fratelli Prada, assumendo il controllo diretto dello storico punto vendita in Galleria Vittorio Emanuele a Milano, che finora non faceva parte del gruppo, e ha lanciato la sua limited edition di sneakers e borse per Adidas. 

Urbano Cairo (73,85), si conferma primo anche se in flessione di punteggio (-2,84), associato più che altro a notizie calcistiche. Mantiene la seconda posizione Francesco Starace (68,26), con Enel che il 30 ottobre ha segnato il record in Borsa raggiungendo per la prima volta un valore di 70 miliardi e diventando la seconda utility al mondo per capitalizzazione. Riconquista il terzo posto John Elkann (64,57) grazie all’importate traguardo della fusione con Psa e il boom di Fca in Borsa.

Quarto posto confermato per Claudio Descalzi (64,03), che con Eni guarda alla produzione di energia dalle onde del mare e stringe accordo con CDP, Fincantieri e Terna per lo sviluppo e la realizzazione di impianti di produzione elettrica dal moto ondoso, con il primo progetto pilota in Sicilia. Scende di due e si ferma al quinto posto Matteo Del Fante di Poste (63,61) che archivia i primi nove mesi del 2019 con ricavi e utili in crescita, ma con i conti che deludono gli investitori e penalizzano il titolo. Sesto posto per Carlo Messina (59,71), che ha sospeso le rate dei mutui e dei prestiti agli ex dipendenti Ilva. Brunello Cucinelli (59,43), che ha segnato il boom di ricavi e ha ricevuto a Solomeo il Presidente del Consiglio Conte, è settimo, seguito all’ottavo da Remo Ruffini (57,90) che guadagna una posizione con l’inaugurazione di “House of Genius”, il temporary concept store di Moncler in Galleria Vittorio Emanuele a Milano. Sale di due e conquista il decimo posto l’Ad di Terna Luigi Ferraris (56,01) che ha inaugurato l’Innovation Hub a Napoli. Meno due posti per Alberto Bombassei (55,44), mentre Pietro Salini (54,85) è stabile al quattordicesimo. Chiude la top 15 Valerio Camerano di A2A (54,45).

Chi sale

In Top 100 (www.topmanagers.it) crescite rilevanti di: Jean Pierre Mustier (25°), ne guadagna quindici; Mike Manley (28°) sedici e Fabrizio Palermo (30°) sale di nove.